kanstantsin siutsou

Siutsou, doping a scoppio ritardato: squalificato 2 anni dopo la positività all’EPO

Vincenzo Nibali incazzato nero (dissero), il team manager Brant Copeland “deluso”. Sono (state) queste le reazioni alla notizia della positività di Kanstantin Siutsou al doping, per EPO rilevato in un controllo fuori competizione.

Siutsou si è preso oggi, 23 giugno 2020, una squalifica davvero esemplare: 4 anni, che per un ciclista nato il 9 agosto 1982 (e quindi ormai quasi 38enne) significano carriera finita.

Ma in realtà il bielorusso è fuori dai radar già da un po’, perché i più attenti ricorderanno che la storia brevemente riassunta in apertura risale.. al 2018 😲

(qui La Gazzetta di allora)

Il provvedimento disciplinare, invece, è arrivato quasi due anni pieni più tardi.

Nel frattempo Siutsou era già stato sospeso in via cautelare, ed essendo rimasto in scadenza di contratto – e non potendo sicuramente andare a cercarsene uno nuovo, con la prospettiva di una squalifica che pendeva sopra la sua testa a scoraggiare chiunque ci potesse pensare – aveva appeso la bici al chiodo sua sponte.

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.