nairo quintana

Ciclomercato 2018: Quintana ai ferri corti con Movistar, Sky e Astana alla finestra

Il ciclomercato 2018 si appresta a entrare nel vivo, e ci sono in ballo anche pedine importanti come Fabio Aru e Mikel Landa.

Un nome che non ti aspetteresti di vedere messo “in discussione” è quello di Nairo Quintana: il colombiano, secondo al Giro d’Italia 2017, ha tentato una doppietta – che sembra impossibile nel ciclismo moderno – con il Tour de France, pestandoci il naso.

Per nulla competitivo, spesso staccato, mai protagonista: Quintana ha vissuto un Tour anonimo; e dire che era dato come il principale rivale di Chris Froome per la maglia gialla..

La scelta della “doppietta” Giro-Tour, un po’ subita e un po’ condivisa dal “Condor”, si vocifera abbia creato frizioni in casa Movistar perché non ha portato ai risultati sperati.

Per questo la squadra ha ingaggiato uno spagnolo che ha tutta l’aria di diventare il nuovo capitano per i Grandi Giri, Mikel Landa: sarà la seconda punta o l’uomo di riferimento in casa Movistar?

C’è chi giura di aver sentito che Landa sia stato ingaggiato per parare il colpo della partenza di Nairo Quintana verso nuovi lidi. Possibile, anzi probabile ogni giorno di più, ma allora il Condor dove andrà?

Sulle sue tracce due team con un budget all’altezza del suo munifico stipendio, che si aggira intorno ai 3 milioni di euro/anno: Astana, che si è ormai rassegnata a perdere Aru, e Sky, pronta a costruire il dopo-Froome nonostante il britannico vincitore di 4 Tour de France abbia appena rinnovato il contratto.

La sensazione, insomma, è che il ciclomercato 2018 ci farà divertire 😉

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.