osservatorio etna

Giro d’Italia 2018 in Sicilia: dal Belice a Osservatorio Etna, ecco le tre tappe

Se l’edizione 2017 era rimasta blindata agli spoiler, il percorso del Giro d’Italia 2018 sta venendo fuori pezzo dopo pezzo molto prima della presentazione ufficiale, in programma a fine novembre.

Dopo la presentazione ufficiale della Grande Partenza (da Israele, come avevamo anticipato), e anzi già prima, si è cominciato a parlare di tre tappe in Sicilia per un omaggio all’isola a 50 anni dal terremoto del Belice (1968).

Poi su La Sicilia sono uscite addirittura le planimetrie delle tappe e tanti altri dettagli, che vi riportiamo qui.

Martedì 8 maggio 2018 il Giro d’Italia scatterà da Catania (dopo il primo giorno di riposo e il trasferimento dal Medio Oriente), piegherà verso Militello in Val di Catania, poi scenderà su Lentini e verso Sud prima di voltare verso Ovest, per arrivare ai piedi della scalinata di Caltagirone per il primo traguardo siciliano, mai prima d’ora sede di tappa.

Il giorno dopo sarà Agrigento-Santa Ninfa, nella tappa che segnerà il tragico anniversario del terremoto, poi un inedito arrivo all’Osservatorio dell’Etna con il muro della salita del Valentino.

Insomma: gli ingredienti per tre giornate di spettacolo puro non mancano di certo, e siamo certi che la passione dei tifosi siciliani rappresenterà la ciliegina sulla torta di questo passaggio.

4 comments

  1. Non conoscendo la PLANIMETRIA del percorso , fare un commento (da intenditore) è difficile , senzaltro i luoghi che le tappe SICILIANE attraversano sono suggestivi , sicuramente i ” GIRINI ” si daranno battaglia , saranno le riprese T V a mostrarci le bellezze SICILIANE , la strada e i corridori faranno il resto. Sicuramente chi programma di disputare il GIRO da PROTAGONISTA , dovrà essere preparato meticolosamente con scrupolosità , mi aspetto LO SQUALO , NIBALI , il ROMANINO , VALERIO CONTI , e il VENETO , MOSCON tra i protagonisti, Buon lavoro , IN BOCCA AL LUPO a tutti.

    1. Grazie per il tuo commento, Otello! Come dici giustamente tu il commento tecnico per il momento dev’essere lasciato in stand-by perché non conosciamo ancora nel dettaglio l’altimetria, anche se sembra chiaro che la prima tappa sarà mossa, la seconda lungo la costa ma con il rischio del vento e la terza impegnativa con il suo arrivo in salita. Quello che si sa per il momento, comunque, ci sembra un antipasto piuttosto robusto, per questo abbiamo deciso di condividerlo in anticipo sulla presentazione ufficiale. Continua a seguirci 😉

  2. Non conoscendo la PLANIMETRIA delle tappe SICILIANE , mi è difficile (da intenditore) esprimere un parere tecnico , senzaltro sara’ suggestivo scorgere angoli bellissimio di luoghi storici

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.