Usi il casco in bici? Riduci del 70% il rischio di danni al cervello

Usare il casco in bicicletta NON è obbligatorio, almeno per ora, almeno in Italia (anche se in Parlamento se ne è discusso: non escludiamo sorprese).

Ciò non toglie che resti “caldamente consigliato”, e che – come sempre – tanti se ne infischino. “Mi fa sudare troppo”, obietta qualcuno, “è scomodo e non so dove metterlo”, oppure “serve uno zaino solo per lui, quando arrivi a destinazione”, etc.

Tutto vero, ma i risultati di una ricerca condotta in Australia fanno riflettere: Jake Olivier e Prudence Creighton, due statistici, hanno calcolato che, nel mondo, su 64.000 ciclisti che hanno avuto degli incidenti, l’uso del casco ha ridotto il rischio di gravi infortuni alla testa nel 70% dei casi! Continua la lettura di Usi il casco in bici? Riduci del 70% il rischio di danni al cervello

Incidente tra bici e auto: chi ha ragione?

  • andare in contromano
  • fare inversione a U
  • passare con il rosso
  • non usare la pista ciclabile (quando c’è)
  • andare in giro senza giubbino catarifrangente e luci – mezz’ora dopo il tramonto o prima dell’alba

Quante volte lo abbiamo fatto, andando in bicicletta?

Se, nonostante questi comportamenti, non abbiamo mai preso una multa, è solo perché ci è andata bene: il Codice della Strada infatti è piuttosto chiaro con i ciclisti su tutti questi punti (e altri), e la cosa ha evidenti ripercussioni anche in caso di incidente tra una bici e un veicolo a motore. Continua la lettura di Incidente tra bici e auto: chi ha ragione?

due ruote, una passione